Tempo di lettura: 2min

Fideuram ISPB, l'importanza del passaggio generazionale

4/17/2023 | Redazione Private

Onofrio Mario Bombacigno: “Il private banking è certamente uno degli attori più coinvolti nei momenti di discontinuità aziendale ed il passaggio generazionale”


Onofrio Mario Bombacigno (in foto), Responsabile Private Wealth Management di Fideuram - Intesa Sanpaolo Private Banking, è intervenuto durante la tavola rotonda ‘il ruolo della finanza nei percorsi di crescita e i passaggi generazionali’, spiegando che “il Private Banking è certamente uno degli attori più coinvolti nei momenti di discontinuità aziendale ed il passaggio generazionale, per ovvi motivi, è uno dei temi più ricorrenti e delicati”.

Bombacigno ricorda che “gestiamo il patrimonio complessivo di una famiglia e sappiamo che, nel nostro Paese, circa il 70% della clientela più abbiente ha come asset rilevante un’azienda. Di conseguenza, non svolgeremmo in modo corretto il nostro compito se non guardassimo con grande attenzione l’asset principale della ricchezza di queste famiglie. In un momento di discontinuità, qualsiasi esso sia, entrano in gioco numerosi fattori e, diversamente da quello che si possa pensare, non sempre i più rilevanti sono quelli di natura economica; molto spesso, i più difficili da gestire, sono quelli di natura emotiva e relazionale all’interno della famiglia. Ebbene il Private Banking, proprio per la sua vicinanza alla famiglia dell’imprenditore, ha la fortuna di essere detentore di un patrimonio di informazioni che attengono proprio alla sfera della persona, pensiamo ad esempio alle ambizioni e alle aspettative di ciascun componente della famiglia, il che ci pone certamente in una condizione privilegiata rispetto ad altri attori”.

“Infine - conclude Bombacigno - il Private Banking ha un ulteriore ruolo; noi siamo tra coloro che gestiscono l’enorme mole di risparmio privato (in Italia circa 4.700 miliardi) e, di conseguenza, dobbiamo aiutare maggiormente i risparmiatori a guardare ai mercati privati illiquidi come fonte di diversificazione degli investimenti. Questo porterebbe a due risultati positivi: da una parte una corretta maggiore diversificazione degli investimenti, dall’altra la possibilità per le aziende di approvvigionarsi di nuova finanza, utile per perseguire i propri obiettivi di crescita”.

Condividi

Seguici sui social

Advisor è la prima piattaforma interamente dedicata alla consulenza patrimoniale e al risparmio gestito con oltre 38.000 professionisti già iscritti


Accedi a funzionalità esclusive e migliora la tua esperienza di navigazione


  • Leggi articoli esclusivi
  • Salva le tue news preferite
  • Partecipa ad eventi esclusivi
  • Sfoglia i magazine in anteprima

Iscriviti oggi!

Hai già un profilo? Accedi qui

Cerchi qualcosa in particolare?