Tempo di lettura: 2min

Consulenti finanziari (ex-promotori finanziari), FeLSA vuole un soggetto unico

6/20/2011 | Marcella Persola

Il responsabile nazionale Mauro Rufini racconta che per condurre una battaglia buona è necessario un soggetto unico di rappresentanza.


 

Qualche giorno fa abbiamo dato la notizia che i consulenti finanziari (ex-promotori finanziari) potevano contare su una nuova sigla sindacale che li tutelasse, ossia la FeLSA della Cisl. Abbiamo incontrato Mauro Rufini, responsabile nazionale della sigla sindacale che capire quali sono secondo lui gli argomenti più caldi da affrontare. 

 

“Il sindacato e la Cisl in particolare seguono da anni il mondo delle reti e dei pf. Lo hanno fatto prima con una struttura all’interno del sindacato dei bancari  (FIBA), ora all’interno di una nuova categoria (FeLSA)  con l’obiettivo di  tutelare complessivamente tutto il lavoro  autonomo. Per condurre la buona “battaglia” riteniamo innanzitutto necessario un soggetto unico di rappresentanza  per contare di più e spostare gli equilibri a favore di questi lavoratori" racconta Rufini.  

 

"La nostra è una scelta culturale prima ancora che sindacale.  Superare la contrapposizione fra lavoro autonomo e dipendente nel rispetto delle identità , delle sensibilità e delle tradizioni. Vogliamo rappresentare attraverso le formule contrattuali, la bilateralità, le istanze e le esigenze di tutela che provengono da questo mondo. Previdenza, revisione del mandato di agenzia, formazione sono solo alcuni dei principali temi su cui siamo impegnati".

 

E il responsabile nazionale si dice pronta anche alla collaborazione. "Se il fine è di rispondere alle tante  e reali attese ed esigenze di tutela che provengono da questo mondo, la Cisl - che ha sempre guardato al lavoro e al mondo del lavoro che cambia nel merito dei problemi - non ha preclusioni a  collaborare e lavorare con altre  associazioni e altri sindacati. Per noi ciò che conta è contrattare, partecipare, decidere, tutelare. Noi abbiamo un mandato di rappresentanza che ci viene da una realtà del lavoro importante sia per i numeri che per la funzione sociale che svolge, se possiamo condividere e fare alcune cose insieme ad altri, non può che essere un fatto positivo" conclude.

 

PER LEGGERE COSA NE PENSA FeLSA SU PRATICANTATO E DOPPIA CONTRIBUZIONE COLLEGATI AD ADVISORPROFESSIONAL 

Condividi

Seguici sui social

Advisor è la prima piattaforma interamente dedicata alla consulenza patrimoniale e al risparmio gestito con oltre 38.000 professionisti già iscritti


Accedi a funzionalità esclusive e migliora la tua esperienza di navigazione


  • Leggi articoli esclusivi
  • Salva le tue news preferite
  • Partecipa ad eventi esclusivi
  • Sfoglia i magazine in anteprima

Iscriviti oggi!

Hai già un profilo? Accedi qui

Cerchi qualcosa in particolare?