Tempo di lettura: 2min

Ubs, quattro nuove obbligazioni in valuta estera

7/10/2012 | Redazione Advisor

Cedola annuale fissa, rimborso del valore nominale a scadenza e potenziale Bonus finale. Priorità: vincere le turbolenze dei mercati


 

La banca svizzera UBS quota su Borsa Italiana e Eurotlx quattro nuove obbligazioni in valuta estera, con cedola annuale fissa, rimborso del valore nominale a scadenza ed ipotetico Bonus finale. Una scelta che arriva in un momento storico ben preciso: le nuove obbligazioni in valuta di UBS, si legge nella nota, rappresentano una risposta alle turbolenze e alle incertezze dei mercati, e tentano di far presa su quegli investitori che intendono differenziare i propri passi, senza rinunciare alla protezione del capitale e a una cedola annuale fissa. Infatti, dopo Forziere Svizzero, un’obbligazione in franchi svizzeri quotata il 20 giugno e legata all’andamento delle tre più importanti blue chip svizzere, UBS torna sul mercato obbligazionario con quattro bond in valuta estera di breve durata (3 anni).

 
Nel dettaglio:
-  l’obbligazione espressa in dollari (USD) offre una cedola fissa dell’ 1,25% annuo. Il Bonus a scadenza, del 1,25%, è corrisposto qualora l’indice S&P500, il più importante indice azionario americano, abbia registrato una performance di almeno +10% dal valore di rilevazione iniziale
-  l’obbligazione espressa in dollari canadesi (CAD) offre una cedola fissa dell’ 2% annuo. Il Bonus a scadenza, del 2%, è corrisposto qualora l’indice S&P/TSX 60, il principale indice azionario del mercato canadese, abbia registrato una performance di almeno +10% dal valore di rilevazione iniziale
-  l’obbligazione espressa in corone norvegesi (NOK) offre una cedola fissa dell’ 2% annuo. Il Bonus a scadenza, del 2%, è corrisposto qualora l’indice SMI, il più importante indice azionario svizzero, abbia registrato una performance di almeno +10% dal valore di rilevazione iniziale
-  l’obbligazione espressa in franchi svizzeri (CHF) offre una cedola fissa dell’ 0,25% annuo. Il Bonus a scadenza, del 0,25%, è corrisposto qualora l’indice SMI, il più importante indice azionario svizzero, abbia registrato una performance di almeno +10% dal valore di rilevazione iniziale.

Condividi

Seguici sui social

Advisor è la prima piattaforma interamente dedicata alla consulenza patrimoniale e al risparmio gestito con oltre 38.000 professionisti già iscritti


Accedi a funzionalità esclusive e migliora la tua esperienza di navigazione


  • Leggi articoli esclusivi
  • Salva le tue news preferite
  • Partecipa ad eventi esclusivi
  • Sfoglia i magazine in anteprima

Iscriviti oggi!

Hai già un profilo? Accedi qui

Cerchi qualcosa in particolare?