Tempo di lettura: 1min

Morgan Stanley: contrazione in vista per la Spagna

5/31/2012

La seconda parte dell'anno sarà caratterizzata da un periodo difficile a causa degli effetti negativi del credit crunch e delle nuove misure di austerity


 

La Spagna deve aspettarsi una seconda tranche di 2012 piuttosto complessa. La previsione di Morgan Stanley, in un report a tema, stima una forte contrazione economica nella seconda metà dell'anno a causa degli effetti negativi del credit crunch e delle nuove misure di austerity varate dal governo.
 

Il PIl 2012 è di segno negativo (del 2%) con la contrazione di un altro 1% nel 2013. Le stime della banca statunitense prevedono una forte contrazione dei consumi privati (-2,5% nel 2012 e -1,8% nel 2013). Margini delicati anche dal punto di vista economico: c'è da attendersi infatti una nuova discesa dei prezzi immobiliari. Vita difficile, inoltre, per il raggiungimento degli obiettivi di rientro del deficit.
 

"Crediamo che il governo abbia dato un buon avvio al processo di riforma - si legge nella nota di Morgan Stanley - e ci aspettiamo risultati visibili nel medio termine con la stabilità politica che rappresenta uno dei punti di forza della Spagna".

Condividi

Seguici sui social

Advisor è la prima piattaforma interamente dedicata alla consulenza patrimoniale e al risparmio gestito con oltre 38.000 professionisti già iscritti


Accedi a funzionalità esclusive e migliora la tua esperienza di navigazione


  • Leggi articoli esclusivi
  • Salva le tue news preferite
  • Partecipa ad eventi esclusivi
  • Sfoglia i magazine in anteprima

Iscriviti oggi!

Hai già un profilo? Accedi qui

Cerchi qualcosa in particolare?