Tempo di lettura: 2min

Da bancario a CF, l’importanza della consulenza evoluta

7/10/2024 | Daniele Riosa

Federico Battan, private banker di Banca Mediolanum: “Chi ha lavorato in banca, non sempre sviluppa quel legame intimo e approfondito che consente al professionista e al cliente di percorrere insieme un vero e proprio sentiero di vita”


La consulenza evoluta è fondamentale per instaurare col cliente quel legame che consente di percorrere insieme un vero e proprio sentiero di vita. Federico Battan (in foto), private banker di Banca Mediolanum per le province di Trento e Bolzano, con un post su LinkedIn, fa un’interessante riflessione in merito.

Battan scrive che “chi ha lavorato in banca, prima di vestire i panni del consulente, sa bene che, attraverso il suo istituto, la relazione con la clientela finale non è molto personalizzata e specializzata. Non sempre, purtroppo, si sviluppa quel legame intimo e approfondito che consente al professionista e al cliente di percorrere insieme un vero e proprio sentiero di vita.  Cosa molto, molto diversa rispetto a ciò che avviene nel settore della consulenza finanziaria. Tuttavia, sarò onesto: non tutti i consulenti finanziari lo fanno. Non tutti, in effetti, riescono a siglare una vera e propria partnership di valore con i propri assistiti. Ma i consulenti finanziari evoluti, sì, ci riescono! E credo sia davvero fondamentale, soprattutto per chi viene dal “sistema bancario”, fare proprio questo concetto. Perché da esso, poi, si svilupperà tutto il progetto di crescita che un professionista può costruire e pianificare per il cliente finale”. 

“La relazione con il cliente - prosegue il banker - deve muoversi su altre strade, deve svilupparsi necessariamente nel verso giusto: un consulente finanziario deve conoscere approfonditamente il suo cliente e scoprire di che cosa ha bisogno davvero; il cliente deve conoscere un po’ di più sé stesso e inquadrare i suoi bisogni proprio grazie alla collaborazione con il suo consulente. Non è poco, si tratta di una vera e propria scoperta. Ma cosa c’è da scoprire? Tutto ciò che riguarda la vita del cliente: chi è, chi vuole diventare, cosa vuole raggiungere, come, come intende sfruttare il mezzo “denaro” per avvicinarsi ai suoi obiettivi di vita. Una responsabilità a cui il consulente non può sottrarsi”.

 

Condividi

Seguici sui social

Advisor è la prima piattaforma interamente dedicata alla consulenza patrimoniale e al risparmio gestito con oltre 38.000 professionisti già iscritti


Accedi a funzionalità esclusive e migliora la tua esperienza di navigazione


  • Leggi articoli esclusivi
  • Salva le tue news preferite
  • Partecipa ad eventi esclusivi
  • Sfoglia i magazine in anteprima

Iscriviti oggi!

Hai già un profilo? Accedi qui

Cerchi qualcosa in particolare?